Soldi

"Soldi"

Soldi, denaro: mezzo di scambio, unità di conto, base della nostra economia. Affanno di molti, privilegio per pochi. Mezzo di scambio per prestazioni. Di ogni tipo, in ogni dove. Prima di loro c’era il baratto, ora sembrano essere l’unica unità di misura del valore delle cose. Valore di beni materiali o addirittura culturali, valore del lavoro umano, valore di immobili, valore di mercato, valore delle risorse naturali. Valori intesi non come principi o morali ma come cifre quantificabili. La bellezza, la sicurezza, lo spazio, la comodità, la rarità, la velocità, tutti concetti quantificabili in “soldi”. Qualità che possono rispondere alla domanda “quanto costa?”.  Si può riflettere al principio del “sapersi vendere”. Possiamo venderci? Possiamo darci un valore economico? Gli esseri umani hanno un valore di mercato? Ma chi determina il valore economico delle cose? E cosa ci spinge a dare un prezzo alle cose? La felicità ha un valore economico? Chi decide quanti soldi siano “abbastanza”?Esiste, in fondo, qualcosa che in un modo o un altro non possa essere riconducibile ad un valore economico?