• Home
  • Notizie
  • La 5a edizione del Film Festival Diritti Umani Lugano si è appena conclusa
17 Ott
18

La 5a edizione del Film Festival Diritti Umani Lugano si è appena conclusa

La 5a edizione del Film Festival Diritti Umani Lugano si è appena conclusa

La 5a edizione del Film Festival Diritti Umani Lugano si è appena conclusa: un quinto anno che ha segnato una svolta profonda per il festival, cresciuto nella proposta e negli spazi, cresciuto e consolidato anche nel pubblico.

La 5a edizione del Film Festival Diritti Umani Lugano, si è appena conclusa, e noi non potremmo essere più contenti di come è andata. Un festival che si sta consolidando, che sta crescendo, non solo nella proposta cinematografica e negli spazi, ma anche nel pubblico. Un festival che sta diventando un appuntamento autunnale di grande importanza per tutto il Cantone. Un festival che però è anche un momento di riflessione profonda sui diritti e sul rispetto della dignità umana, in tutte le sue forme ed espressioni.

Come riassumere il questa 5a edizione? Sei giornate, trentatré film, due sale, ventiquattro approfondimenti, sette proiezioni in orario scolastico che hanno coinvolto diversi istituti del Cantone, un Dj set al Living room di Lugano e molti ospiti che hanno animato il festival dal 9 al 14 ottobre.

Un primo ringraziamento dunque va a tutti gli ospiti e i relatori che sono stati con noi in queste sei giornate, che hanno animato gli approfondimenti e che hanno portato davanti al pubblico, con coraggio e determinazione la loro testimonianza e esperienza.

In particolare, vorremmo ringraziare il regista Markus Imhoof, a cui il festival ha dedicato un omaggio in tre pellicole in occasione della consegna del Premio Diritti Umani per l’autore. Il regista zurighese, un vero maestro per chi lo conosceva già e per i giovani che lo hanno scoperto in questa occasione, ha presentato anche Eldorado, il suo ultimo documentario candidato all’Oscar a rappresentare la Svizzera,  che uscirà nelle sale ticinesi il 18 ottobre.

La realizzazione del Film Festival Diritti Umani, voluto dalla Fondazione Diritti Umani di Lugano di cui è emanazione, è stata possibile grazie alla direzione di Antonio Prata, la presidenza di Roberto Pomari e all’apporto di numerosi collaboratori, fra le commissioni cinema, forum, scuole, i vari staff tecnici e di comunicazione, i numerosi e preziosi volontari.

Inoltre, si ringraziano le istituzioni, gli enti, le fondazioni, gli sponsor, i media partner e i singoli donatori che sostengono il festival con risorse e passione per il progetto Film Festival Diritti Umani di Lugano.

Infine "La più sincera e spontanea risposta a questo festival è questa: il pubblico, la gente! Ci siete stati vicini come mai prima d’ora. Grazie!" (La direzione FFDUL)

Ma il Film Festival Diritti Umani non finisce qui!

Per chi non avesse ancora avuto l’occasione, la mostra “SIMONE MASSI - Disegni per il film La strada dei Samouni”, allestita allo Spazio 1929 (Via Ciseri 3, 6900 Lugano), sarà aperta fino a domenica 21 ottobre.

Inoltre, l’attività del festival prosegue anche durante l’anno. Il 10 dicembre, il giorno della firma della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, di cui nel 2018 ricorre il 70mo anniversario, sarà proposta una serata di cinema e forum. E poi ancora, a inizio 2019, nuovi appuntamenti diffusi nel tempo e sul territorio, porteranno i film, scelti per la qualità stilistica e per la profondità dei temi, anche in sale più decentrate.